La nostra storia.

L’idea deriva da un viaggio di un gruppo di ungheresi in America e dalla trasformazione di una sedia sospesa Africana.
Siamo nell’estate del 2000 sulle spiagge di San Diego dove facevano il bagno quattro non proprio sobri ( in quegli anni ancora) giovani.
Jack, Tibi, Zsolti, Lauren.
Dopo il bagno, erano così stanchi, che si sono recati in un bar a riposarsi consumando qualche Cocktail Margarita.
In questo luogo si sono resi conto, che non c’erano solo le classiche sedie per terra per riposarsi, ma vi erano anche dei sedili pendenti dal soffitto. 
Li hanno provati subito tutti e quanti.
Aihmè il riposo non è durato a lungo, si sono accorti che non riuscivano a stare fermi per un periodo più lungo. Non era così comodo per come lo sembrava.
Alla fine si sono riuniti in albergo dove hanno cominciato a fare dei disegni.
Il giorno dopo, svanito l’effetto dell’alcool, hanno preso in mano gli schizzi del giorno precedente ed era ormai naturale che avrebbero dovuto finirli.
 
Uno dei 4 (Jack) era proprietario di una sedia sospesa proveniente dall’ Africa. Arrivati a casa la hanno confrontata con i loro disegni.
Dopo una lunga serie di progettazioni, usando la sedia Africana e i disegni, è nato il concetto, dal quale poi hanno costruito la prima Poltrona.
Questa ha superato ogni aspettative, quindi si sono dati ad una fabbricazione a catena.
Nel 2000 Zsolti ha fondato l’azienda, cominciando a fabbricare e mettere in commercio il prodotto in Ungheria e negli Stati uniti.
 
Infine nel aprile 2007 dopo la nascita di 2 figli stupendi ha dovuto lasciare l’azienda, intraprendendo un’ altra strada.
Ed è così che abbiamo fondato la ZeroGravity Manufacturer Kft, la quale da allora mantiene la fama e la qualità del prodotto, così come l’obbiettivo di abbinare la parola Salute alla parola Comfort.
 
Riusciamo ad attirare l’interesse del pubblico, con nuovi accessori e tenendo sotto un costante controllo la qualità di ogni singolo pezzo.
Per i nostri clienti e interessati, cerchiamo di elaborare altri nuovi prodotti, così come la miniZG, la quale è ideale per i più piccoli. 
I progetti sono quasi pronti, così piano piano entrerà in commercio.